Salviamo le api, il progetto che tutela la biodiversità

Negli ultimi anni la popolazione di api e di altri insetti impollinatori ha subito un calo. Le api non producono solo il miele. Il loro lavoro quotidiano consente infatti la fioritura, la crescita delle piante dalle quale ricaviamo il cibo (frutti di bosco, pesche, castagne, mele, mandorle, zucchine, pomodori) che quotidianamente troviamo sulle nostre tavole. Ma anche prodotti caseari come latte, yogurt, burro e formaggi freschi. Verrebbe a mancare il processo di impollinazione che è alla base della catena alimentare.

Le api sono minacciate dai cambiamenti climatici, dai pesticidi, dalla perdita dell’habitat, dalle malattie. Secondo la Fao, 75 delle 100 colture più importanti al mondo si riproducono attraverso l’impollinazione. L’87 per cento delle coltivazioni destinate a nutrire l’uomo conta sul lavoro che questi insetti ci offrono gratuitamente.

PER SCOPRIRE DI PIÙ SULLA NOSTRA ASSOCIAZIONE: CHI SIAMO

Let’s do It! Italy ha deciso di fare la propria parte per tutelare le api e la biodiversità. Sulla piattaforma del Csv Napoli Crowdnet abbiamo lanciato la campagna Salviamo le api. Grazie alla collaborazione con gli apicoltori potremmo regalare una casa ad un ape e promuovere laboratori con le scuole piantando fiori attrattori delle api.

Sulla piattaforma è possibile effettuare una donazione ed aggiudicarsi una barattolo di miele prodotto nel bene confiscato Masseria Antonio Esposito Ferraioli oppure quello prodotto all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio. Il miele potrà essere ritirati presso la Masseria Ferraioli di Afragola.

LEGGI L’ARTICOLO DI BUONE NOTIZIE, L’INSERTO DEL CORRIERE DELLA SERA


More Articles